Storia

Compagnia Teatrale Amatoriale “As fà par dì” nasce nel 2005.
L’attività teatrale per alcuni di noi è iniziata facendo delle brevi scenette nel periodo di carnevale in modo da animare la classica Festa in Maschera per bambini che si svolge tutt’ora al Circolo A.N.S.P.I. (Oratorio).
La compagnia è formata da persone che, a vario titolo, gravitano attorno alle varie associazioni del paese: A.V.I.S., Centro Ricreativo Socio Culturale e A.Ge.
La prima commedia messa in scena è una rivisitazione di un classico del teatro dialettale mantovano “NA LIT PAR AN CESO” di Fosco Baboni.
Dopo il successo di questa prima rappresentazione negli anni successivi la compagnia propone al pubblico due commedie di Paolo Ghidoni:
“LA REGINA DI VDEI” e  “LA CÁ DI  LADAR”. Queste due rappresentazioni, ambientate in epoca più recente rispetto alla prima, si caratterizzano per le trame intricate e i colpi di scena. Il colpo di scena finale sarà anche la novità introdotta dalla compagnia nella commedia
“ROBI DA MAT” di Lino Predari che ci riporta in un ambiente contadino di altri tempi … “L’UCASIÚN DA FÁ BÜGADA” di Velise Bonfante è una storia ricca di equivoci che portano a siparietti molto divertenti.
“CUN TÖT AL BEN CH’AT VÖI”di Luciano Lunghi, è invece una commedia un pò fuori dai soliti schemi, senza togliere il divertimento e i colpi  di scena.  La penultima commedia rappresentata è “L’USEL DAL MARESCIAL” di Loredana Cont, ricca di vicende intrigate con un finale del tutto a sorpresa. L’ultima rappresentazione è “L’EREDITA’ DLA SIURA JULANDA”, 3 atti di Loredana Cont.
Il nome della compagnia “AS FÁ PAR DÍ” vuole richiamare lo spirito amatoriale del gruppo, che si compone di attori di età diverse e svariate caratteristiche comiche ma cercando sempre di rendere al meglio sulla scena i copioni scelti.
Nei propri spettacoli la compagnia si propone di raccontare una storia condita da comicità e divertimento offrendo al pubblico in sala un paio d’ore di serenità e allegria.
Riteniamo che due dei nostri obbiettivi principali siano lo stare insieme divertendosi e il contributo alla conservazione della lingua dialettale locale.
La nostra ricompensa è sentire da dietro le quinte il pubblico che si diverte durante la rappresentazione.